medicina generale medici disparità smi sofferenza sicurezza campagna sanità

Il Presidente di Confapi Salute chiede di aggiornare le tariffe in sanità con il nomenclatore applicato dall’Emilia Romagna e Lombardia

Roma. “Il Ministero della Salute nega la proroga del tariffario nazionale ambulatoriale e propone di istituire una commissione per l’aggiornamento delle tariffe 2017 dichiarate dall’attuale Governo e dal precedente inapplicabili. L’apertura ministeriale in vista dell’entrata in vigore dei nuovi LEA, i livelli essenziali di assistenza, diverge con l’urgenza di garantire la Sanità pubblica a tutti i cittadini di tutte le Regioni. Come Confapi proponiamo di aggiornare le tariffe con il nomenclatore applicato dall’Emilia Romagna e Lombardia. Il rischio di continuare ad attendere la revisione allontana il diritto alla Salute per tutti. Il servizio sanitario nazionale deve avere come riferimento un sistema virtuoso e non fallimentare come l’applicazione del tariffario 2017”.

Lo dichiara Michele Colaci, Presidente di Confapi Salute, Università e Ricerca.

medicina generale medici disparità smi sofferenza sicurezza campagna sanità

www.impresaitaliana.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Segnala a Zazoom - Blog Directory
informazione.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: